Questo sito utilizza Cookies per il proprio funzionamento e per fornire una migliore esperienza di navigazione

ISTAT: aggiornamento canone di locazione marzo 2013

 

ANNI E MESI
INDICI
(base
1995
= 100)
VARIAZIONI PERCENTUALI
RISPETTO AL CORRISPONDENTE
PERIODO
Del mese
precedente
Dell'anno
precedente
Dell'anno
precedente
(75%)

2013

Gennaio

106,7
0,2 2,2 1,65

Febbraio

106,7 0,0 1,8 1,35

Marzo

106,9 0,2 1,6 1,2

 

Calcola la rivalutazione

 

 

scarica il pdf dello storico

 

 

Cassazione 11/11/1986, n. 6604: Il calcolo della maggiorazione del canone di locazione sulla base degli indici ISTAT va effettuato dall'anno iniziale

 

 

 vedi altre sentenze in materia di adeguamento all'ISTAT

 

 

 Legge 27/07/1978, n. 392: Locazione di immobili urbani 

 Legge 09/12/1998 n 431: Disciplina locazioni e del rilascio degli immobili adibiti uso abitativo  

  

 

Immobili adibiti ad uso abitazione

La Legge 392/1978 prevedeva, all'articolo 24, che il canone di locazione per gli immobili adibiti ad uso abitazione poteva essere aggiornato annualmente sulla base della variazione, accertata dall'ISTAT, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati. La variazione era limitata al 75% della predetta variazione.

La successiva L. 431/1998 ha, con l'articolo 14, abrogato tale disposizione. Ne consegue che, ad oggi, l'aggiornamento del canone può essere pattuito dalle parti anche in misura pari al 100% della variazione dell'indice accertata dall'ISTAT.

 

Immobili adibiti ad uso diverso da quello di abitazione

(artt. 27 e seguenti della L. 392/1978)

Con la Legge 431/1998 nulla invece è variato per l'aggiornamento del canone riferito alla locazione degli immobili adibiti ad uso diverso da quello di abitazione (ad esempio uso industriale, artigianale, commerciale come negozi, studi professionali, palestre, o anche come uso alberghiero). La legge 431/1998 è intervenuta unicamente per ulteriormente disciplinare la locazione per gli immobili ad uso abitativo. Resta quindi tuttora in vigore la norma di cui all'articolo 32 della Legge 392/1978, il quale, anche a seguito delle modifiche introdotte dalla Legge 27/02/2009 n 14, prevede che le parti possono convenire che il canone di locazione sia aggiornato annualmente su richiesta del locatore per eventuali variazioni del potere di acquisto della lira. Le variazioni in aumento del canone, per i contratti stipulati per durata non superiore a quella di cui all'articolo 27, non possono essere superiori al 75 per cento di quelle, accertate dall'ISTAT, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati.
 
 

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA

Indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, che si pubblicano ai sensi dell'articolo 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani), ed ai sensi dell'articolo 54 della legge del 27 dicembre 1997, n. 449 (Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica).

Gli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati relativi ai singoli mesi e le loro variazioni rispetto agli indici relativi al corrispondente mese dell'anno precedente e di due anni precedenti risultano

 

Informazioni aggiuntive

  • Natura: seleziona
Letto 16400 volte
Pubblicato in Articoli Locazione