Questo sito utilizza Cookies per il proprio funzionamento e per fornire una migliore esperienza di navigazione

DVR obbligatorio dal 1° giugno 2013 per uffici e studi professionali

Scritto da 
Categoria Articoli
Tag

 Nota Ministero del Lavoro 31/01/2013 n. 32 - D. Lgs. 09/04/2008 n. 81: 81/2008: tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro

Come indicato dal Ministero del Lavoro in una nota ufficiale datata 31 gennaio 2013, il prossimo 31 maggio scade la proroga (della proroga) della validità dell’autocertificazione di valutazione dei rischi. Dal 1° giugno finalmente sarà DVR per tutti gli uffici e gli studi professionali con presenza di almeno un lavoratore come definito all’art.2 comma 1 lettera a del d.lgs. 81/2008.

Secondo il d.lgs. 81/2008 l’autocertificazione – permessa in sostituzione del documento di valutazione dei rischi per le attività con un massimo di 10 lavoratori – avrebbe dovuto morire in data 30 giugno 2012. Il governo Monti, in vista dell’approvazione delle procedure standardizzate per la redazione dei DVR, allungò la vita dell’autocertificazione “fino alla scadenza del terzo mese” dopo la pubblicazione delle procedure, ma “comunque, non oltre il 31 dicembre 2012”. Certo, come no.

Le procedure sono state ufficializzate in Gazzetta Ufficiale il 6 dicembre 2012 con entrata in vigore dopo 60 giorni (4 febbraio 2013), creando un buco temporale con la scadenza dell’autocertificazione (“comunque, non oltre il 31 dicembre 2012”). Per cui il 21 dicembre 2012 il parlamento nelle pieghe del decreto stabilità (legge 228/2012 pubblicata in G.U. il 29 dicembre) ha spostato il “comunque, non oltre” al 30 giugno 2013, concretizzando la scadenza dei tre mesi dopo la pubblicazione delle procedure al 31 maggio 2013, data oltre la quale anche gli studi o gli uffici con almeno un lavoratore dipendente o assimilato e quindi con un datore di lavoro dovranno essere dotati di regolare DVR con tutti i crismi di legge: cioè con presenza di figure obbligatorie (RSPP, RLS, addetto primo soccorso, addetto antincendio, eventuale medico competente), formazione di legge alle figure aziendali, eventuale sorveglianza sanitaria, adeguamenti eventualmente necessari nei luoghi di lavoro, eccetera.

Ovviamente, autocertificazioni o DVR non sono mai stati obbligatori nel condominio e continuano a non esserlo, perché quest’ultima variazione normativa non incide in alcun modo sull’art.3 comma 9 del d.lgs. 81/2008, da cui tutto ha origine; né lo fa la riforma del condominio.

 

Letto 11680 volte
Pubblicato in Articoli